È arrivata la nuova App Alleanza!

L’App Alleanza, il modo più semplice e veloce per consultare e gestire le tue polizze! Scopri di più

Scarica l'app Scarica l'app

La salute è un diritto di tutti, ma a volte le lunghe attese del Servizio Sanitario Nazionale e i costi spesso alti delle strutture private portano alla rinuncia del proprio diritto alla salute. Con una polizza assicurativa sanitaria puoi accedere a servizi di assistenza sanitaria integrativa, attività e prestazioni sociosanitarie private e in tempi brevi.

A cosa servono le polizze di assistenza sanitaria

Con la salute non si scherza. Poter scegliere a quale struttura sanitaria affidare le proprie cure riducendo anche i lunghi tempi di attesa della sanità pubblica è un privilegio per pochi. Un privilegio che con la stipula di una polizza di assistenza sanitaria può diventare per tutti.
A volte, la scelta di rivolgersi a strutture private è una decisione personale, altre volte, invece, diventa una scelta obbligata. Non sempre le condizioni di salute consentono di poter aspettare i tempi delle liste di attesa del Servizio Sanitario Nazionale. Grazie alle assicurazioni sanitarie integrative è possibile rivolgersi alla struttura sanitaria che si preferisce per richiedere e svolgere una particolare prestazione, con un costo ridotto se non nullo.

 

La sanità integrativa, quindi, ha come scopo quello di offrire servizi, attività e prestazioni sociosanitarie in grado di rafforzare e completare quelle già in essere nel SSN. Non solo, come per l’assicurazione capofamiglia, con la polizza di assistenza sanitaria è possibile estendere queste coperture anche ai membri della famiglia. Un vantaggio non da poco per chi deve prendersi cura di bambini piccoli o genitori anziani (fino ai 65 anni con WSalute e fino ai 75 anni con l’assicurazione Semplice, entrambi prodotti di Alleanza).

Come beneficiare dell'assistenza integrativa

Si può beneficiare di tutti i vantaggi di un’assicurazione sanitaria integrativa sia autonomamente, come singolo individuo, attraverso la stipula di un contratto con un ente assicurativo, o in forma collettiva sottoforma di benefit aziendale. Infatti, tra i servizi più apprezzati per il welfare aziendale ritroviamo proprio la sanità complementare.

 

I benefici di una polizza assicurativa riguardano principalmente il rimborso delle prestazioni mediche e sanitarie, che può essere parziale o totale e avvenire in modo diretto o indiretto. Si tratta di varianti che cambiano a seconda della tipologia di polizza e di adesione. In particolare, le diverse forme di assistenza sanitaria integrativa possono offrire prestazioni: 

  • integrative o complementari
  • aggiuntive o supplementari;
  • sostitutive o duplicative di quelle garantite dal sistema pubblico.   

A partire da questa differenziazione dipendono gli ambiti di copertura della soluzione assicurativa sanitaria scelta.

Assicurazioni sanitarie per proteggere la famiglia

Con la stipula di un’assicurazione sanitaria puoi pensare alla salute di tutta famiglia, garantendo per te e per tutti i tuoi cari le migliori cure e prestazioni in tempi più celeri rispetto a quelli della Sanità Pubblica. Il vantaggio di questa tipologia di polizza è sicuramente la possibilità di poter personalizzare la propria copertura secondo le proprie esigenze e a un costo più conveniente rispetto a un’assicurazione individuale.
Quando stai per scegliere la tua polizza sanitaria per la famiglia dovrai considerare le esigenze specifiche di ogni beneficiario e alle volte questo può risultare un passaggio complesso, soprattutto per le famiglie numerose.

Cosa copre l'assicurazione sanitaria integrativa

L'assicurazione sanitaria privata è una polizza che copre le spese relative a visite e interventi medici compiuti nel settore privato ed eventuali costi per i medicinali necessari alla cura. Nonostante sia possibile personalizzare questa tipologia di assistenza integrativa secondo le proprie esigenze, generalmente un’assicurazione sanitaria copre:

  • visite ed esami relativi a una malattia;
  • interventi chirurgici per una malattia o un incidente;
  • ricoveri ospedalieri per una malattia o un incidente;
  • medicinali acquistati in seguito a malattia o incidente;
  • cure dentistiche conseguenti sempre a malattia o a incidente.

Ci sono poi anche spese e costi che non rientrano nelle coperture sanitarie integrative e queste generalmente sono:

  • cure e interventi per malattie preesistenti note;
  • cure, ricoveri, spese di medicinali per malattie o incidenti provocati da abuso di alcol, droghe e psicofarmaci;
  • cure e interventi dentistici non derivanti da incidente o malattia;
  • cure e interventi per l’estetica;
  • visite ed esami riguardanti la nutrizione.

Chi può usufruire di un fondo di assistenza integrativa

Chiunque può aderire a un fondo di assistenza integrativa e usufruire di tutti i vantaggi di un’assicurazione per proteggersi. In particolare, le categorie che possono beneficiare di una polizza sanitaria sono:

  • lavoratori dipendenti del settore privato e pubblico;
  • quadri;
  • dirigenti;
  • liberi professionisti;
  • altri lavoratori con qualsiasi tipologia contrattuale.

Non solo, esistono fondi di assistenza integrativa che permettono di beneficiare dei vantaggi dell’assicurazione a tutti i familiari a carico, i pensionati e i possessori di carte di credito comprensive di assicurazione sanitaria.

Come si aderisce all'assicurazione sanitaria

L'adesione alla sanità complementare non è sempre una scelta volontaria. In alcuni casi l’adesione è mediata o addirittura automatica come nel caso di una copertura prevista dai CCNL. Per questo motivo, prima di sottoscrivere una polizza assicurativa sanitaria, è opportuno controllare di non avere già attivo un piano sanitario integrativo dedicato e, in caso affermativo, verificare che queste forme di assistenza soddisfino le proprie esigenze ed eventualmente estendere la copertura con altri servizi.

Dopo questi controlli e dopo aver definito il tipo di assicurazione sanitaria integrativa da sottoscrivere, si procede con la stipula del contratto. A volte gli enti assicurativi possono richiedere un check sanitario per verificare lo stato di salute prima della sottoscrizione vera e propria, soprattutto per le assicurazioni sanitarie individuali.

Come scegliere un buon piano di assistenza sanitaria

Un buon piano di assistenza sanitaria integrativa è quello che risponde al meglio alle esigenze del singolo. Per la scelta della migliore polizza sanitaria con adesione individuale, oltre alla tipologia di coperture, bisogna considerare anche l’età massima per l’iscrizione.

 

Solitamente è possibile fare richiesta per l’assicurazione sanitaria entro, in media, i 65-75 anni; questo perché al crescere dell’età aumenta il rischio di avere problemi di salute. Tale limitazione di età riguarda solo l’adesione al fondo.

 

Un altro fattore da considerare riguarda eventuali restrizioni ed esclusioni associate a determinate patologie o situazioni cliniche particolarmente gravi.

 

Infine, è consigliabile anche informarsi sugli enti che erogano questa tipologia di servizi. L’elenco delle Compagnie di Assicurazione è disponibile per la consultazione sul sito dell’ANIA.

FAQs

Cosa è coperto nella polizza salute?

La polizza salute copre in tutto o in parte le spese relative a visite e interventi medici compiuti nel settore privato e i costi per i medicinali necessari alla cura.

 

Come beneficiare dell'assistenza sanitaria integrativa?

Attraverso una polizza sanitaria privata come singolo individuo o in forma collettiva, attraverso l’assicurazione del proprio CCNL stipulata dal datore di lavoro.